SARRI “CONTRO DI NOI SOLO TANTO ODIO”

“Da quando sono alla Juventus, due cose mi hanno colpito: il grande amore e l’altrettanto diffuso odio nei nostri confronti. Queste cose si cominciano a capire per davvero solo quando si vive il mondo Juve. E quando dall’esterno sei odiato quasi da tutti, ti attacchi all’interno e diventi gobbo…”. Così Maurizio Sarri, nella diretta social ‘A casa con la Juve’, a cura del canale Jtv bianconero.

“Si dice che la Juve sia sempre favorita dagli arbitri – osserva poi il tecnico bianconero – Poi, guardi i numeri e ne vengono fuori di impressionanti in un’altra direzione”.

In questa stagione Sarri è tornato a Napoli per la prima volta da ex. “Mi hanno fischiato nella città in cui sono nato e ho dato tutto. E se non ho vinto, è solo perché sono scarso. A Torino, invece, i tifosi della Fiorentina hanno insultato mia madre: questo fa capire quanto odio ci sia nei riguardi della Juve, ma è altrettanto vero che in qualunque parte si vada a giocare, c’è sempre una parte dello stadio che tifa per noi”.

Come sta vivendo Sarri l’epoca del coronavirus? “Questo – risponde l’allenatore – è il momento di staccare con la testa: guardo qualche vecchia partita ma, soprattutto, leggo, gialli in particolare, perché, quando torneremo a giocare, speriamo prima dell’estate, comincerà un periodo di 14-15 mesi consecutivi di attività senza praticamente soste”.

“Il primo luogo che mi piacerebbe visitare dopo la fine del lockdown? Roma, per la finale di Coppa Italia, e per secondo qualsiasi città europea per la finale di Champions!”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Altre Notizie

JUVENTUS NAPOLI SCAMBIO MILIK BERNARDESCHI

Prende piede l’ipotesi di uno scambio di mercato tra Juventus e Napoli al termine della stagione. Da giorni l’attaccante degli azzurri Arkadiusz Milikviene accostato insistentemente

Visita il nostro canale dedicato allo Sport