CORONAVIRUS: L’UEFA LAVORA PER LA FINALE DI CHAMPIONS IL 29 AGOSTO

La finale di Champions League a Istanbul il 29 agosto, quella di Europa League a Danzica tre giorni dopo, il 1/o settembre: nel balletto di scenari e date al quale anche in calcio è costretto, rincorrendo il giorno della possibile ripresa dall’emergenza coronavirus, è questa l’ultima ipotesi alla quale i vertici della confederazione europea starebbero lavorando.

Ieri l’Uefa ha annunciato per la prossima settimana un doppio appuntamento decisionale: martedì una riunione con le 55 federazioni, giovedì l’esecutivo chiamato a dire una parola su campionati e coppe.

Tutto è legato alla fine dei campionati nazionali: la Fifa ha chiarito che la stagione non finirà finché non saranno completate tutte le competizioni; Ceferin, d’accordo con l’Eca, ha già dato priorità ai campionati nazionali stabilendo che le Coppe europee si disputeranno solo quando sarà stato possibile concluderli. Ma la volontà dell’Uefa, secondo Bbc Sport, sarebbe comunque quella di chiudere tutto entro agosto, per non compromettere il calendario anche della prossima stagione. Da qui i due scenari: far riprendere le Coppe lì dove si erano interrotte oppure inventarsi un playoff con partite secche a partire dai quarti, dopo che si sono definite le quattro qualificate su otto mancanti. Con l’obiettivo di tagliare il traguardo il 29 agosto. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Altre Notizie

JUVENTUS NAPOLI SCAMBIO MILIK BERNARDESCHI

Prende piede l’ipotesi di uno scambio di mercato tra Juventus e Napoli al termine della stagione. Da giorni l’attaccante degli azzurri Arkadiusz Milikviene accostato insistentemente

Visita il nostro canale dedicato allo Sport