L’effetto Ibra non basta, Leao è sparito: Pioli studia il rilancio, il Milan riflette

Che fine ha fatto Rafael Leao? L’esplosione di Rebic e la chimica instauratasi tra il croato e Ibrahimovic hanno chiuso gli spazi al Milan per il portoghese, sempre meno utilizzato da Stefano Pioli. L’ultima da titolare nel pari interno con il Verona, poi una serie di panchine e, soprattutto un minutaggio sempre più esiguo: dal derby in poi solo 12 minuti complessivi (10′ contro l’Inter, 2′ contro il Torino) accumulati dal classe ’99, rimasto in panchina contro la Juventus nella semifinale d’andata di Coppa Italia e anche nell’ultimo turno di campionato contro la Fiorentina. L’arrivo di Ibra, che lo ha subito preso sotto la sua ala, sembrava aver segnato la svolta per Leao, punto fermo del Milan a gennaio. Il cambio di passo, tuttavia, non è arrivato, soprattutto dal punto di vista realizzativo: un solo gol a Cagliari, troppo poco se paragonato ai 7 complessivi messi a segno in questo avvio di 2020 da Rebic, che ha definitivamente messo in ombra il collega.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Altre Notizie

JUVENTUS NAPOLI SCAMBIO MILIK BERNARDESCHI

Prende piede l’ipotesi di uno scambio di mercato tra Juventus e Napoli al termine della stagione. Da giorni l’attaccante degli azzurri Arkadiusz Milikviene accostato insistentemente

Visita il nostro canale dedicato allo Sport