Coronavirus, dimessi i 20 turisti negativi al test. Ambasciata Cina a Roma: “Basta aggressioni”

Le 20 persone che hanno avuto contatti con la coppia cinese positiva al coronavirus, ma sono risultate asintomatiche e ripetutamente negative ai test, hanno lasciato questa mattina l’Istituto nazionale per le malattie infettive, Lazzaro Spallanzani, di Roma. “Stanno tutti bene! Grazie, sono fiero dei nostri operatori sanitari”, ha sottolineato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Ad organizzare il trasporto è stata l’Ambasciata della Cina nella Capitale: le 20 persone faranno ora rientro nel loro Paese. “Nella comunità cinese si sta diffondendo il panico. Non per l’epidemia di coronavirus, ma per la sicurezza. Ci sono state aggressioni verso cinesi in Italia, non turisti, ma comunità cinese. Vorrei invitare gli amici italiani a fare attenzione alla sicurezza dei nostri connazionali che vivono e lavorano in Italia, di evitare pregiudizi, distinzioni, aggressioni. Insulti e minacce non sono tollerabili. E’ l’appello che voglio lanciare”, ha detto il dottor Zhang dell’ambasciata cinese facendo riferimento anche al fatto accaduto nella capitale”

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email

Altre Notizie